Annette von Droste-Hülshoff

Annette von Droste-Hülshoff(1797-1848) - considerata oggi la più importante scrittrice tedesca dell’Ottocento - discende da una famiglia di antica nobiltà vestfalica. Nel 1826, alla morte del padre, si trasferisce dal castello avito alla residenza vedovile della madre, dove conduce la tipica esistenza di una donna non sposata di buona famiglia; trascorre gli ultimi anni della sua vita nel clima mite di Meersburg sul lago di Costanza, vicino all’amata sorella Jenny e al marito di lei. Dominata da una madre forte e rigidamente cattolica, condiscendente alle convenzioni del suo status sociale, la Droste vive un’esistenza appartata che potrebbe apparire tipicamente biedermeier, se non fosse per il modo in cui vive la propria solitudine e riesce a dare chiara voce, nelle sue raccolte di versi, alle proprie inquietudini di donna e a un lacerante conflitto tra fede e passione.

I libri dell’autore