Maria Grazia Caruso

Maria Grazia Carusoè nata a Reggio Calabria. Dopo la laurea in Lettere, presso l’Università di Messina, ha conseguito nell’Ateneo di Catania il dottorato di ricerca in Italianistica. Si è interessata, con saggi apparsi su varie riviste, della condizione del personaggio nel romanzo contemporaneo, della novellistica romantica e della narrativa metafisico-religiosa degli ultimi anni. Ha al suo attivo le seguenti monografie: I testimoni assenti nell’opera di Matteo Collura (Sciascia, 2007); L’infinito in cerchio. La poesia di Edoardo Cacciatore (Prova d’Autore, 2008); Io ghibellino esagerato. La vita di Dante in alcuni racconti del nostro Ottocento (Manni, 2010).