Giuseppe De Marco

Giuseppe De Marco (Omignano Scalo - sa) ha orientato i suoi interessi di studi prevalentemente su Dante, sulla letteratura italiana del Cinquecento, del Novecento e sulla letteratura comparata, con specifico riguardo all'indagine tematico-imagologica, privilegiando l'analisi testuale. Ha collaborato e collabora con riviste specializzate nazionali ed internazionali («Studi Danteschi», «Studi Novecenteschi», «Filologia & Critica», «Chroniques Italiennes», «Annali d'Italianistica», «Strumenti Critici», ecc.). Tra le sue ultime pubblicazioni si segnalano: Caproni poeta dell'antagonismo e altre occasioni esegetiche novecentesche (Il Melangolo 2004); Le icone della lontananza. Carte di esilio e viaggi di carta (Salerno Editrice 20092); Il sorriso di Palinuro. Il visibile parlare nell'invisibile viaggiare di Ungaretti (Studium 2010).

I libri dell’autore