Michail Chodorkovskij

Michail Chodorkovskij (Mosca 1963), una laurea in ingegneria chimica e successivi studi di economia e giurisprudenza, negli anni ottanta ha militato nel Komsomol, Unione comunista della Gioventù. Nel decennio successivo è stato protagonista dell'era delle privatizzazioni in Russia. Artefice della strepitosa ascesa di quello che diverrà il colosso petrolifero Yukos, è tra gli uomini più ricchi al mondo quando, il 25 ottobre 2003, viene arrestato all'aeroporto di Novosibirsk con l'accusa di frode fiscale. Dopo una prima condanna, giunto quasi al termine della pena, nel dicembre 2010 è stato nuovamente condannato alla reclusione fino al 2017. Attualmente è detenuto a Segeza, in Carelia. Il 31 maggio 2011 la Corte europea dei diritti dell'uomo, pur non riconoscendo la natura politica del processo, ha evidenziato gravi violazioni dei diritti fondamentali nell'arresto e nella detenzione di Chodorkovskij. Autore di numerosi articoli e di interventi apparsi sulla stampa russa e internazionale, dall'agosto 2011 racconta la vita e le condizioni dei detenuti per il settimanale russo «The New Times».

I libri dell’autore