Severino Boezio

Severino Boezio nasce intorno al 480 e muore nel 525 d.C., alle soglie del Medioevo. Discendente da una famiglia di antica nobiltà, percorre una fortunata carriera politica, che lo porta ai vertici dello stato durante il regno di Teodorico. Coltiva con passione, e con uguale competenza in greco e in latino, la letteratura, la filosofia, la teologia, imponendosi come uno dei più importanti eredi della grande tradizione di Roma e Atene. Al termine della propria vita conosce la rovina: accusato di alto tradimento, incarcerato e condannato a morte, compone prima dell'esecuzione l'opera alla quale rimane legato il suo nome fino ad oggi, la Consolazione della Filosofia.

I libri dell’autore