Eschilo

Eschilonasce a Eleusi nel 525, da nobile famiglia. Della sua vita, come di quella degli altri grandi tragici greci, Sofocle ed Euripide, si sa molto poco. Fu accusato di aver divulgato i misteri eleusini, di cui era seguace. Partecipò alle guerre persiane contro Dario e contro Serese. Fu alla corte di Ierone di Siracusa. Morì a Gela nel 456-55 in cisrcostanze misteriose. Delle novanta tragedie che gli vengono attribuite dagli antichi, solo sette sono sopravvissute: Prometeo, incatenato, I Persiani, I Sette contro Tebe, Le Supplici, l'Orestea, (Agamennone, Coefore, Eumenidi). L'Orestea è l'unica trilogia completa di tutta la produzione greca.  

I libri dell’autore