Una nuova moda italiana

Una nuova moda italiana


pp. 212 con 814 ill. a col., 1° ed.
978-88-317-9862-4
La moda italiana ha finalmente dei nuovi protagonisti. Una compagine formata da una generazione di autori che si è formata nelle scuole di moda in Italia e all'estero, che ama l'arte contemporanea e l'architettura, che si confronta con la moda, cosciente che ora è necessario un ripensamento radicale che superi l'etichetta ormai vetusta del Made in Italy, per ridefinire nell'oggi un'identità italiana nel panorama della moda contemporanea. Un gruppo di fashion designer, scelti da Maria Luisa Frisa, con un taglio critico preciso che rompe i vecchi schemi per definire negli scenari del fashion quei caratteri inconfondibili come l'attitudine a riflettere sul senso del vestirsi come progetto complesso e articolato, che ancora oggi danno forma e continuità a quella specialissima e ricercata identità italiana.

Autore

critico e fashion curator, è direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali all’Università Iuav di Venezia. È presidente di MISA Associazione Italiana degli Studi di Moda. Ha curato mostre (e rispettivi libri) come: (con Francesco Bonami e Stefano Tonchi) Uniforme. Ordine e disordine (Firenze_New York, 2001); (con Stefano Tonchi) Excess. Moda e underground negli anni ’80 (Firenze, 2004); Lo Sguardo Italiano. La fotografia italiana di moda dal 1951 a oggi (Milano, 2005); (con Francesco Bonami e Stefano Tonchi) Human game. Vincitori e vinti (Firenze, 2006); per la mostra Contromoda. La moda contemporanea della collezione permanente del Los Angeles County Museum of Art ha curato la parte italiana (Firenze, 2007); (con Judith Clark e Vittoria Caratozzolo) Simonetta. La prima donna della moda italiana (Firenze, 2008); Pasquale De Antonis. La fotografia di moda 1946-1968 (Roma, 2008); Lei e le altre. Moda e stili nelle riviste RCS dal 1930 a oggi (Milano, 2011); per la mostra Ermenegildo Zegna. Dalla fabbrica dei tessuti alla fabbrica dello stile, ha curato la sezione Stile (Milano, 2010_Pechino 2011); (con Judith Clark) Diana Vreeland After Diana Vreeland (Venezia, 2012); Lucy+Jorge Orta: Fabulae Romanae (Roma, 2012). Tra i libri curati si ricordano: (con Mario Lupano e Stefano Tonchi) Total Living (Charta, 2002); il catalogo de la 50a Biennale di Venezia Sogni e Conflitti. La dittatura dello spettatore (Marsilio, 2003); Raf Simons Redux (Charta, 2005); Gianfranco Ferré. Lezioni di moda (Marsilio, 2009). Tra le pubblicazioni più recenti: (con Stefano Tonchi) Walter Albini e il suo tempo. L’immaginazione al potere (Marsilio, 2010); Una nuova moda italiana (Marsilio, 2011); (con Marco Ricchetti) Il bello e il buono. Le ragioni della moda sostenibile (Marsilio, 2011); Diana Vreeland After Diana Vreeland (Marsilio, 2012). È direttore per Marsilio Editori della Collana Mode dedicata alle idee e alle figure della moda.