PROSSIMI EVENTI:

Gli spodestati


traduzione di
Gli spodestati
Complice o benefattore? La controversa storia del capo del ghetto di Lodz. 
Un romanzo straordinario paragonato a Le benevole di Jonathan Littel 

«Cosa succede a una menzogna, quando è il naturale prolungamento di un intero essere?»

[In libreria dal 29 febbraio 2012]

Quando alla fine del 1939 i nazisti lo insediano a capo del ghetto di Łód´z, Mordechai Chaim 
Rumkowski si convince che, per salvarsi, gli ebrei debbano rendersi indispensabili ai tedeschi nella loro guerra, e decide di trasformare il ghetto in un’immensa fabbrica. Ambiguo, dispotico, piegato dalla sua logica di produrre a ogni costo e spinto da un’ambizione titanica, «re Chaim» sacrifica alla sua causa chi non vuole o non è in grado di eseguire i suoi ordini. E così, forse consapevolmente, forse no, diventa ingranaggio fondamentale nella macchina di sterminio nazista. Mostro e opportunista crudele, oppure pragmatico stratega costretto ad amputare le braccia per salvare il corpo? Gli spodestati è un romanzo sull’ambiguità umana provocata dall’oppressione. Traditore per alcuni, eroe per altri, Rumkowski è un personaggio controverso che suscita inquietanti interrogativi su dignità e abiezione. Intorno alla sua folle ed enigmatica figura, ispirandosi alla Cronaca del ghetto di Łód´z, Steve Sem-Sandberg tesse le vite degli abitanti del ghetto, figure storiche e personaggi fittizi, esplorando i dilemmi morali e le insidie con cui la gente dovette fare i conti in una disperata lotta per la sopravvivenza. Un affresco monumentale che, con rara leggerezza di tocco, riesce a colmare la distanza tra passato e presente accompagnando l’emozione a una reale comprensione.

Un caso letterario a livello europeo!
150.000 copie vendute in Svezia
100.000 copie di prima tiratura in Germania per Klett-Cotta, subito ristampato in Gran Bretagna da Faber & Faber
in corso di traduzione in 25 Paesi (tra gli altri, da Laffont in Francia, Farrar, Strauss & Giroux negli USA, Mondadori in Spagna)
vincitore dell’August-Strindberg Prize

«Un romanzo travolgente sul male assoluto che il talento di Sem-Sandberg ha trasformato in una strepitosa opera di finzione che vi terrà avvinti fino all’ultima pagina» Carmen Callil, The Guardian

«Il romanzo ha un’immediatezza e una forza straordinarie» Kate Saunders, The Times

«Con questo libro, Sem-Sandberg entra nella magica cerchia dei più importanti scrittori europei» Anna Paterson, The Independent

«Gli spodestati getta uno sguardo agghiacciante e illuminante su un periodo storico che è stato già analizzato e ricostruito prima, ma molto raramente in modo così vivido e realistico» The New York Times

«
Uno dei migliori romanzi degli ultimi trent’anni: spietato nell’attenzione dedicata a un dolore inimmaginabile, magistrale nella realizzazione, e intellettualmente coraggioso» The book trust

«Chi ha lottato per arrivare alla fine delle 900 pagine delle Benevole di Jonathan Littell si troverà davanti a una nuova sfida. Ma c’è una differenza: Gli spodestati è un romanzo decisamente migliore, da tutti i punti di vista. Questo è un magnum opus» Nils Schwartz, Expressen

 




Informazioni


pp. 672, 1° ed.
Euro 22,00
2012
isbn: 978-88-317-1126-5


EBook


Euro 11,99

01/12/2013
Indice

02/09/2012
Lettura - Corriere della Sera

19/05/2012
Corriere di Bologna

20/04/2012
Nuova Venezia

19/03/2012
Trentino

04/03/2012
Repubblica

01/01/2012
Flair

  • Marsilio Editori
  • Marsilio Editori S.p.A.
  • Marittima - Fabbricato 205
  • 30135 Venezia

  • p. iva IT 00348290271
  • Copyright © 2008 Marsilio Editori S.p.A.