Apocalisse a domicilio


pp. 240, 1° ed.
978-88-317-0725-1
L’attesissimo ritorno al romanzo dell’autore del fortunato Generations of love

Una delle migliori voci della scrittura pop arriva in Marsilio con un nuovo romanzo, coinvolgente e maturo, divertente e catastrofico

A cosa dobbiamo credere e a cosa no? E ciò in cui crediamo condiziona la nostra quotidianità? Un giovane autore televisivo milanese, omosessuale e single, immerso nella routine massacrante del mondo dello spettacolo, riceve la predizione che nessuno vorrebbe mai: una sensitiva – tramite il fratello – gli pronostica due mesi di vita. È questa l’apocalisse recapitata a domicilio al protagonista di questa vicenda: pur non sapendo se credere davvero alla profezia, una domanda comincia a ronzargli insistente nella mente: se fosse vera, cosa potrebbe fare nel tempo che gli resta per dare un senso alla propria esistenza? La risposta prova a trovarla intraprendendo un viaggio sentimentale a ritroso tra Roma, la Sardegna, San Francisco, nel tentativo di ritrovare i grandi amori del suo passato. Nel suo nuovo romanzo, coinvolgente e maturo, divertente e catastrofico, Matteo B. Bianchi narra una storia che mette un uomo di fronte ai sospesi della propria vita, di fronte all’amore nelle sue diverse e antitetiche declinazioni, di fronte alle domande che, persi nei nostri spicchi di realtà, preferiamo non farci. Con la sua scrittura incalzante e personaggi vivi e pulsanti B. Bianchi racconta – come sapientemente fa in ogni romanzo – l’epica quotidiana, perché ogni apocalisse, per quanto privata e piccola, si nasconde nelle pieghe di ogni giorno.

Scrittore di libri cult, firma di riviste di tendenza, autore radiofonico e televisivo di successo (da Dispenser su Radio2 a Victor Victoria su La7), Matteo B. Bianchi è uno dei talenti più brillanti e versatili della sua generazione

Hanno scritto dei libri di Matteo B. Bianchi:

<<Una leggerezza che sfiora il romanticismo. Si riconosceranno volentieri in tanti>> Cristina Taglietti, Io Donna

<<Questo libro ci ricorda l’Arbasino migliore, quello di Anonimo lombardo>> Mario Fortunato, L’Espresso

<<Un romanzo di formazione che trae la sua forza dalla storia autobiografica che racconta>> Il Venerdì di Repubblica

<<Un percorso di vita quotidiana che ti entra lento sotto la pelle riuscendo a restare unico e non identificabile>> Rolling Stone

Autore

ha scritto i romanzi Generations of love (1999), Fermati tanto così (2002) ed Esperimenti di felicità provvisoria (2006), usciti per Baldini Castoldi Dalai editore. Ha pubblicato inoltre il memoriale Mi ricordo (Fernandel 2004) e la favola Tu Cher dalle stelle (Playground 2006). Nel 2008 ha curato, con Giorgio Vasta, il Dizionario Affettivo della Lingua Italiana (Fandango). È uno degli autori dello show televisivo «Victor Victoria», in onda su La7. Scrive sul blog matteobblog.splinder.com e dirige on-line la sua personale rivista di narrativa, 'tina (www.matteobb.com/tina).