Strategie per il progetto della città sostenibile

Strategie per il progetto della città sostenibile


pp. 208 con 185 ill. a col., 1° ed.
978-88-317-9971-3
«La laurea magistrale in Architettura per la sostenibilità della Facoltà di architettura dell'Università Iuav di Venezia è in un momento particolarmente favorevole e questo libro, che raccoglie i pensieri dei docenti e ricercatori che vi lavorano, lo rileva. Il numero degli studenti che vorrebbero entrare in questo corso di studi è alto; molti studenti vengono da altre università dove hanno ottenuto la laurea triennale, la maggior parte degli studenti si laureano in tempo utile, molte aziende e amministrazioni chiedono di poter collaborare con i docenti Iuav in attività di ricerca di avanguardia: i risultati di un lavoro durato sette anni si sono consolidati e hanno ormai considerazione anche internazionale. Abbiamo fatto nostro e con ragione quanto Antoine de Saint-Exupéry fa dire a Fabien in Vol de nuit: "Nella vita, non ci sono soluzioni. Ci sono forze in movimento: queste necessitano di essere create e le soluzioni seguono." Le forze sono nuove, nuovo è l'argomento degli studi ma nuove anche sono le prospettive. Forse si sta formando una Scuola veneziana di Sostenibilità» (B. Albrecht). Il testo ordina complessivamente ventisette interventi riferiti alle diverse discipline e ambiti di ricerca che afferiscono al corso di laurea magistrale in Architettura per la sostenibilità: Urbanistica, Composizione architettonica, Restauro, Tecnologia, Tecnologie del recupero edilizio, Tecnica del controllo ambientale e Disegno. L'intento è quello di restituire un quadro sintetico dello stato della ricerca svolta all'interno del corso di laurea, attraverso interventi che sono in parte saggi critici di carattere generale sul progetto di architettura sostenibile e in parte testi che presentano le ricerche svolte, in ambito universitario, ma anche professionale, dai diversi autori. L'elemento che accomuna i diversi interventi è un approccio al progetto che pone in primo piano le questioni urbane, le riflessioni sul destino delle città e del territorio, riportando all'interno di queste considerazioni tutti i molteplici aspetti disciplinari; un'idea di architettura sostenibile che assume come centrale non solo la questione tecnologico-impiantistica e del progetto del singolo edificio, sostenibile in quanto dotato delle più sofisticate tecnologie e tecniche di controllo energetico, ma anche il saper mettere in atto, a tutti i livelli di definizione del progetto, strategie e riflessioni complessive e olistiche sul rapporto tra edificio e forma degli insediamenti, tra architettura e ambiente naturale. I diversi temi che gli interventi affrontano, ovvero le riflessioni sulla densità degli insediamenti, sul rapporto tra struttura insediativa e fatti naturali, sulle possibilità di trasformazione della città esistente nonché sulle "tecniche appropriate" che guidano queste trasformazioni, tentano proprio di rispondere alla domanda relativa al destino della città sostenibile, domanda che, riteniamo, sia centrale per la cultura del progetto oggi.